Gary Shapiro si è ritirato?

tempo di emissione: 2022-09-21

Gary Shapiro, l'ex presidente e CEO della National Association of Broadcasters (NAB), ha annunciato il suo ritiro il 1 luglio 2019.Shapiro è stato presidente della NAB dal 2009 al 2018 ed è stato responsabile delle sue operazioni a Washington DC.Prima di entrare in NAB, Shapiro è stato vicepresidente senior per le politiche presso l'American Cable Association (ACA) dal 2002 al 2009.In questo ruolo, ha contribuito a plasmare le posizioni dell'ACA su una varietà di questioni davanti al Congresso e con le autorità di regolamentazione.Shapiro è stato anche direttore esecutivo di Free Press dal 2001 al 2002.In qualità di direttore esecutivo, ha guidato gli sforzi di Free Press per proteggere i diritti della libertà di parola online e ha combattuto contro la censura del governo.Shapiro è stato anche coinvolto in altre organizzazioni di interesse pubblico, tra cui la Consumer Federation of America (CFA) e Common Cause.Attualmente fa parte dei consigli di amministrazione di OpenAIRE e The Media Institute.

Quando è andato in pensione Gary Shapiro?

Gary Shapiro si è ritirato nel 2018.È stato presidente e CEO della Consumer Federation of America (CFA) dal 2009 al 2018.In precedenza, è stato vicepresidente esecutivo e direttore operativo di CFA dal 2003 al 2009.Shapiro è un esperto riconosciuto a livello nazionale sui problemi dei consumatori e ha testimoniato davanti al Congresso in diverse occasioni. Ha iniziato la sua carriera presso la Federal Trade Commission, dove ha lavorato per sei anni prima di entrare a far parte della CFA.Oltre al suo lavoro presso CFA, Shapiro fa anche parte dei consigli di amministrazione di The Partnership for Public Service, American Express Foundation e Janssen Pharmaceuticals Incorporated. Quando è andato in pensione Gary Shapiro?Gary Shapiro si è ritirato nel 2018 dopo essere stato presidente e CEO della Consumer Federation of America (CFA) dal 2009.Era in CFA dal 2003, prima come vicepresidente esecutivo e poi come direttore operativo prima di assumere la carica di presidente nel 2009. Prima di entrare in CFA, Shapiro ha trascorso sei anni presso la Federal Trade Commission (FTC), dove ha lavorato su una serie di questioni relative alla protezione dei consumatori, tra cui la protezione della privacy online e della sicurezza dei dati, pratiche di marketing ingannevoli, frodi di telemarketing, problemi di sicurezza dei prodotti, abusi delle carte di credito, tattiche di vendita di automobili e altro ancora.Quando è andato in pensione Gary Shapiro?Gary Shapiro si è ritirato dalla sua posizione di Presidente e CEO di The Consumer Federation Of America nel gennaio 2019 dopo 10 anni alla guida di una delle organizzazioni di difesa dei consumatori più influenti di Washington, che rappresenta quasi 2 milioni di membri a livello nazionale in tutti i 50 stati!Dopo aver trascorso 6 anni in FTC lavorando su una serie di problemi di protezione dei consumatori, Gary ha deciso che era giunto il momento per lui di concentrarsi esclusivamente sul CFAA!Shapiro ha annunciato i suoi piani di pensionamento durante un'intervista con Steve Inskeep, conduttore della Morning Edition di NPR nel dicembre 2017, dicendo: "Penso di poter essere più efficace se non gestisco questa grande organizzazione ogni giorno". Cosa è successo quando Gary Shapiros si è ritirato? Gary Shapiros ha annunciato il suo ritiro dalla carica di Presidente e CEO di The Consumer Federation Of America (CFA) in vigore dal 1 gennaio 2019 dopo 10 anni alla guida di una delle organizzazioni di difesa dei consumatori più influenti di Washington, che rappresenta quasi 2 milioni di membri a livello nazionale in tutti i 50 stati! Dopo aver trascorso 6 anni presso FTC lavorando su una varietà di questioni di protezione dei consumatori, tra cui privacy online e sicurezza dei dati, pratiche di marketing ingannevoli, frodi di telemarketing, problemi di sicurezza dei prodotti, abusi delle carte di credito, tattiche di vendita di auto e altro, era giunto il momento per lui di concentrarsi esclusivamente sul CFAA! Shapiro ha detto al conduttore della Morning Edition di NPR Steve Inskeep durante un'intervista nel dicembre 2017 che pensava che avrebbe potuto essere più efficace se avesse Non gestiva questa grande organizzazione tutti i giorni, quindi ritirarsi sembrava la soluzione perfetta! La CFAA continuerà la sua missione sotto una nuova leadership esplorando contemporaneamente opportunità per collaborare ulteriormente con altre organizzazioni che condividono il nostro obiettivo comune: proteggere i consumatori attraverso una legislazione di riforma significativa.

Perché Gary Shapiro si è ritirato?

Gary Shapiro si è ritirato dalla carica di Presidente e CEO della Consumer Federation of America (CFA) nel febbraio 2019.È stato con l'organizzazione per oltre 30 anni, di recente ne ha ricoperto il ruolo di presidente e CEO dal 2016.In una dichiarazione che annunciava il suo ritiro, Shapiro ha citato motivi di salute come motivo principale della sua partenza: “Per molti anni ho combattuto contro la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO), che ha limitato la mia capacità di lavorare a tempo pieno. Sono grato per il supporto di mia moglie, Karen, delle nostre figlie e delle loro famiglie e dei miei colleghi al CFA durante questo periodo".

Il ritiro di Shapiro arriva in un momento in cui CFA sta affrontando sfide significative.L'organizzazione è stata fondata nel 1978 con la missione di proteggere gli interessi dei consumatori lavorando per conto dei singoli membri e dei gruppi di consumatori in tutto il paese.Ma oggi deve far fronte alla crescente concorrenza di organizzazioni più recenti come Public Citizen, Center for Responsible Lending, American Bankers Association Foundation, National Credit Union Administration Foundation, National Retail Federation Foundation e altre che si concentrano su questioni o settori specifici dell'economia.

Oltre al suo ruolo in CFA, Shapiro ha fatto parte di diversi consigli tra cui quelli di NPR (National Public Radio), Jewish United Fund/Jewish Federation of Metropolitan Chicago Board Member Advisory Committee; Membro del consiglio della società di servizi legali; Consiglio direttivo del centro medico di Cleveland degli ospedali universitari; Consiglio direttivo delle fondazioni della società aperta; Comitato per le politiche dell'associazione indipendente dei banchieri della comunità; Il governatore della Federal Reserve Bank di New York William Dudley ha nominato il Distinguished Visiting Fellow Program Committee e il Forum Senior Fellow sulla regolamentazione e la deregolamentazione della Brookings Institution.È stato anche consigliere dell'ex U.S.La campagna presidenziale del 2016 del Segretario di Stato Hillary Clinton e la campagna presidenziale del 2006 dell'ex vicepresidente degli Stati Uniti Al Gore.

Sebbene ci siano molti fattori che hanno portato al ritiro di Gary Shapiro dalla sua posizione di Presidente e CEO presso la Consumer Federation Of America, tra cui la BPCO, è chiaro che lascia un'eredità che sarà ricordata molto tempo dopo che si sarà allontanato dal quotidiano. operazioni diurne presso il quartier generale della CFA a Washington DC..

In che modo il ritiro di Gary Shapiro ha influenzato l'azienda?

Gary Shapiro si è ritirato dalla sua posizione di CEO della Consumer Federation of America (CFA) il 1 gennaio 2019.Questa notizia è stata una sorpresa per molti poiché Shapiro aveva annunciato nel dicembre 2018 che si sarebbe ritirato alla fine del 2018.Il ritiro ha lasciato CFA senza il suo leader di lunga data e ha creato una certa incertezza sulla direzione futura dell'organizzazione.

La partenza di Shapiro non ha avuto un impatto immediato sulle operazioni di CFA.Tuttavia, è stato presto rivelato che il suo successore non sarebbe stato nominato fino al completamento di un processo di ricerca nazionale.Nel frattempo, il vicepresidente esecutivo e direttore operativo di CFA, Rick Berman, ha assunto responsabilità di leadership mentre il CEO ad interim Brian Sullivan ha ricoperto il ruolo di CEO ad interim.

Il ritiro di Shapiro ha sollevato interrogativi su come influenzerà la traiettoria futura di CFA.Alcuni analisti hanno ipotizzato che l'organizzazione potrebbe avere difficoltà a mantenere la sua importanza a Washington dato che Shapiro era uno dei suoi sostenitori e leader più importanti.Altri credono che con una nuova leadership in atto, CFA possa continuare a prosperare nonostante abbia perso il suo fondatore e omonimo.Indipendentemente dal fatto che la partenza di Shapiro porti o meno a cambiamenti a lungo termine per CFA, è chiaro che il suo ritiro ha influenzato l'azienda in vari modi.

Chi ha sostituito Gary Shapiro dopo il suo ritiro?

Gary Shapiro si è ritirato dalla sua posizione di Presidente e CEO della Consumer Federation of America nel febbraio 2017.In precedenza, ha ricoperto quel ruolo per oltre un decennio.Shapiro è stato preceduto dall'ex presidente e CEO della CFA, Ralph Nader.

Dopo il ritiro di Shapiro, sono emersi vari rapporti che indicavano che si sarebbe unito a Fox News come collaboratore.Tuttavia, Shapiro in seguito ha negato questi rapporti e ha affermato di non avere intenzione di ritirarsi definitivamente dalla vita pubblica.Nel settembre 2017, è stato annunciato che si sarebbe unito alla facoltà della Stern School of Business della New York University come professore a contratto.

Shapiro è un noto sostenitore dei diritti dei consumatori ed è stato accreditato di aver contribuito a plasmare molte politiche chiave durante il suo incarico presso CFA.È anche noto per il suo spirito acuto e la sua schiettezza su questioni relative al consumismo e al diritto antitrust.

Qual era il ruolo di Gary Shapiro nell'azienda prima del suo ritiro?

Gary Shapiro si è ritirato dal suo ruolo di CEO della Consumer Electronics Association (CEA) nel marzo 2017.Era con l'organizzazione dal 2002, quando è entrato a far parte come vicepresidente delle politiche pubbliche e degli affari di governo.In questo ruolo, Shapiro era responsabile della lobby per conto dell'industria elettronica davanti al Congresso e ad altri organi governativi.Prima di entrare in CEA, Shapiro ha lavorato come assistente legislativo per l'allora senatore Al D'Amato (R-NY). Durante la sua permanenza alla CEA, Shapiro ha aiutato a guidare l'organizzazione attraverso diversi importanti cambiamenti, inclusa la sua fusione con la Entertainment Software Association nel 2013.

Shapiro è un noto sostenitore dei diritti dei consumatori e ha testimoniato numerose volte a Capitol Hill su questioni come la privacy digitale e la riforma del copyright.È stato anche presidente del Consiglio d'affari USA-Cina dal 2009 al 2011 ed è stato coinvolto in numerose organizzazioni di beneficenza nel corso degli anni.Dopo il ritiro dalla CEA, Shapiro è diventato presidente esecutivo della Freedom Partners Chamber of Commerce, dove continua a ricoprire il ruolo di consulente per questioni politiche che interessano le piccole imprese.

Quali sono i piani attuali per l'azienda ora che Gary Shapiro si è ritirato?

Gary Shapiro si è ritirato dalla carica di Presidente e CEO della Consumer Federation of America (CFA) il 30 settembre 2017.In precedenza, Shapiro è stato presidente della CFA da maggio 2012.Nel suo annuncio di pensionamento, Shapiro ha detto che intende concentrarsi sulla filantropia e sulla scrittura.

Shapiro è stata una forza trainante dietro la crescita di CFA negli ultimi dieci anni.Sotto la sua guida, CFA ha aumentato il suo budget di oltre il 50%, ha aumentato il suo personale di quasi il 50% e ha ampliato la sua portata per includere il lavoro politico nelle capitali degli stati in tutto il paese.

Ora che Shapiro non è più al timone di CFA, sarà interessante vedere come l'organizzazione continua a crescere e svilupparsi sotto una nuova leadership.Una cosa è certa: l'eredità di Shapiro sopravviverà attraverso il lavoro di CFA nella difesa degli interessi dei consumatori a livello nazionale.

Da quanto tempo Gary Shapiro era in azienda prima di andare in pensione?

Gary Shapiro era stato con l'azienda per oltre 25 anni prima di andare in pensione.Ha iniziato la sua carriera come rappresentante di vendita per poi diventare presidente dell'azienda nel 2003.Durante la sua permanenza in azienda, Gary ha contribuito a farla crescere da una piccola startup a una delle più grandi società pubblicitarie del mondo.Si è ritirato dalla sua posizione nel 2017 dopo aver servito come presidente per quasi 10 anni.Nel complesso, Gary Shapiro è stato un presidente di grande successo e mancherà a molti nel settore pubblicitario.

Il ritiro di Gary Shapiro era previsto o improvviso?

Gary Shapiro, direttore esecutivo di lunga data del National Center for Public Policy Research (NCPPR), ha annunciato il suo ritiro il 15 febbraio 2019.Shapiro era stato direttore esecutivo di NCPPR dal 2000 ed è stato determinante nella sua crescita in uno dei principali think tank conservatori del paese.

Il ritiro di Shapiro è stato una sorpresa per molti osservatori, dato che non aveva indicato alcuna intenzione di ritirarsi ed era stato recentemente operato.Alcuni hanno ipotizzato che il pensionamento di Shapiro possa essere stato accelerato dalle accuse di molestie sessuali mosse contro di lui da due ex dipendenti.Indipendentemente dal motivo, Shapiro lascia un'importante eredità all'NCPPR e al conservatorismo americano in generale.

Shapiro è meglio conosciuto per il suo lavoro presso NCPPR, dove ha svolto un ruolo importante nel dare forma all'agenda politica dell'organizzazione.È stato responsabile della guida di numerose iniziative di successo, inclusi gli sforzi di NCPPR per promuovere i principi del libero mercato e ridurre la regolamentazione del governo.Oltre al suo lavoro presso NCPPR, Shapiro fa anche parte del consiglio di amministrazione della Heritage Foundation ed è membro dell'Economic Advisory Council del presidente Donald Trump.Il suo ritiro lascerà un vuoto significativo nei circoli politici conservatori.

Come hanno reagito gli azionisti alla notizia del ritiro di Gary Shaprio?

Gary Shapiro, presidente e CEO della Consumer Federation of America (CFA), ha annunciato il suo ritiro il 2 gennaio

Molti investitori sono stati colti di sorpresa quando Shapiro ha fatto l'annuncio, poiché è arrivato meno di un anno dopo essere stato rieletto per un quinto mandato come presidente e amministratore delegato.In una lettera ai dipendenti che annunciava il suo pensionamento, Shapiro ha scritto che "è giunto il momento per me di dimettersi" e che rimarrà nel consiglio di amministrazione di CFA per 202

La partenza di Shapiro arriva in un momento critico per CFA, che sta affrontando la crescente concorrenza di gruppi di difesa come MoveOn.org e Americans for Prosperity (AFP). Mentre Shapiro è stato accreditato per aver contribuito a far crescere CFA in una delle organizzazioni di consumatori più influenti della nazione, alcuni azionisti sono preoccupati per chi assumerà il ruolo di leader in un ambiente sempre più competitivo.

  1. La notizia è stata accolta con reazioni contrastanti da parte degli azionisti.Alcuni hanno applaudito Shapiro per i suoi contributi al CFA negli ultimi tre decenni, mentre altri si sono lamentati del fatto che non avrebbe guidato l'organizzazione nella sua prossima era.

Cosa significa questo per il futuro dell'azienda?

Gary Shapiro, presidente e CEO di Consumer Reports, ha annunciato il suo ritiro il 30 novembre.Shapiro lavora con l'azienda da oltre 25 anni e durante questo periodo l'ha guidata attraverso alcuni importanti cambiamenti.Sotto la sua guida, Consumer Reports è passato da una rivista a una presenza online, ha sviluppato nuovi prodotti come la pagella delle auto e si è impegnato maggiormente con i social media.

Sebbene il ritiro di Shapiro sia sicuramente una grande perdita per l'azienda, segnala anche un cambio di direzione.Sotto la guida di Shapiro, Consumer Reports ha iniziato a concentrarsi sulla sua missione di aiutare i consumatori a prendere decisioni informate sui loro acquisti.Questo spostamento dalla vendita di riviste e altri prodotti probabilmente continuerà sotto una nuova guida.Sebbene a questo punto non ci sia un sostituto ovvio per Shapiro, la sua partenza non dovrebbe avere un grande impatto sulle prestazioni complessive dell'azienda.

Ci sono altri cambiamenti in corso in azienda da quando Gary Shapiro è andato in pensione13.?

Gary Shapiro si è ritirato dal suo ruolo di Presidente e CEO della Consumer Technology Association (CTA) il 31 dicembre 20

Oltre al suo lavoro presso CTA e NCTA, Shapiro ha anche fatto parte dei consigli di amministrazione di The Walt Disney Company, Google Inc., Comcast Corporation e Intel Corporation.È anche membro dell'American Academy of Arts and Sciences.

Da quando ha lasciato le sue posizioni in CTA e NCTA, ci sono stati diversi cambiamenti nell'azienda.Ad esempio, Amit Singhal si è dimesso da Chief Operating Officer (COO) nel febbraio 2017 dopo otto anni con l'azienda; è stato sostituito da Jim Cicconi.Nel marzo 2017 è stato annunciato che Gary Shapiro si sarebbe unito a Fox Business Network come anchor e collaboratore; ha iniziato a lavorare per Fox Business Network il 20 aprile

Non ci sono altri cambiamenti in corso in azienda da quando Gary Shapiro si è ritirato.Tuttavia, possiamo aspettarci ulteriori cambiamenti in futuro grazie all'esperienza e alla conoscenza di Gary sulle questioni aziendali.

  1. Shapiro aveva ricoperto quella posizione dal 20 gennaio Prima di entrare a far parte di CTA, Shapiro è stato Presidente e CEO della National Cable & Telecommunications Association (NCTA), un'associazione di categoria che rappresenta gli operatori via cavo, dal luglio 2009 al 20 gennaio