L'assicurazione copre il vaccino antirabbico pre-esposizione?

tempo di emissione: 2022-09-21

La risposta breve è che le compagnie assicurative possono o meno coprire il vaccino antirabbico pre-esposizione.

Ci sono alcuni fattori che possono influenzare se le compagnie assicurative copriranno o meno il vaccino antirabbico pre-esposizione.Il fattore più importante è se la persona è stata esposta o meno alla rabbia.Se la persona è stata esposta, la sua compagnia assicurativa può coprire il vaccino.Tuttavia, se la persona non è stata esposta, la sua compagnia assicurativa potrebbe non coprire il vaccino.

Un altro fattore che può influire sulla copertura o meno del vaccino antirabbico pre-esposizione da parte delle compagnie assicurative è il suo costo.Più costoso è il vaccino, meno è probabile che una compagnia di assicurazioni lo copra.

Nel complesso, è difficile dire con certezza se le compagnie assicurative copriranno o meno il vaccino antirabbico pre-esposizione.Dipende da molti fattori diversi, tra cui quanti soldi una compagnia di assicurazioni ritiene costi il ​​vaccino e che tipo di copertura offre l'assicuratore per i vaccini.

Qual è il costo del vaccino antirabbico pre-esposizione?

Il vaccino antirabbico pre-esposizione (PEP) è un vaccino utilizzato per prevenire la rabbia.Il costo del PEP varia a seconda di dove vivi, ma in genere è di circa $ 60- $ 100.L'assicurazione può coprire parte o tutto il costo del PEP.

Il vaccino antirabbico pre-esposizione protegge dalla rabbia se viene somministrato prima che qualcuno venga infettato dal virus.Il vaccino agisce creando un'immunità al virus della rabbia.Se vieni morso da un animale rabbioso, ricevere un PEP ti aiuterà a proteggerti da ammalarti e possibilmente morire di rabbia.

Sono disponibili diversi tipi di PEP e ognuno funziona in modo diverso in termini di durata e tipo di protezione che fornisce.La maggior parte delle persone riceve una serie di tre dosi di PEP in sei mesi.Dopo aver ricevuto la prima dose, il tuo sistema immunitario inizierà a accumulare anticorpi contro l'infezione da virus rabbioso (RVI). Una seconda dose fornirà una protezione più duratura e dovrebbe essere somministrata quattro settimane dopo l'assunzione della prima dose; una terza dose deve essere somministrata otto settimane dopo l'assunzione della seconda dose.

Se mai vieni esposto all'infezione da virus rabbioso (RVI), assicurati di vaccinarti il ​​prima possibile!Ricevere un trattamento precoce può aiutarti a salvarti la vita.

Quanto è efficace il vaccino antirabbico pre-esposizione?

Quali sono i vantaggi di ottenere un vaccino antirabbico pre-esposizione?Quali sono i rischi associati all'ottenimento di un vaccino antirabbico pre-esposizione?Quanto copre l'assicurazione per il vaccino antirabbico pre-esposizione?Ci sono costi associati all'ottenimento di un vaccino antirabbico pre-esposizione?Dove posso trovare maggiori informazioni sui vaccini antirabbici pre-esposizione?

Vaccino contro la rabbia pre-esposizione: cosa devi sapere

Lo scopo di una vaccinazione antirabbica pre-esposizione è fornire protezione contro il virus che causa la rabbia.Il vaccino agisce proteggendoti dalle infezioni se entri in contatto con la saliva o altri fluidi corporei di un animale che è stato infettato dalla rabbia.Le vaccinazioni pre-esposizione sono disponibili in due forme: "secco" e "vivo".I vaccini secchi utilizzano virus morti e indeboliti mentre i vaccini vivi utilizzano virus reali.

I vaccini contro la rabbia secca pre-esposizione (DPER) funzionano fornendo immunità contro tre tipi di virus presenti negli animali rabbiosi - cane, gatto e procione - per un massimo di quattro anni.Una singola dose di DPER fornisce protezione contro tutte e tre le malattie.Non sono necessarie dosi aggiuntive durante questo periodo di tempo.

I vaccini vivi contro la rabbia pre-esposizione (LPRV) agiscono stimolando il sistema immunitario a produrre anticorpi contro ceppi specifici del virus che si trovano negli animali rabbiosi.Gli LPRV devono essere somministrati prima di entrare in contatto con un animale che potrebbe avere la rabbia e offrono una protezione più completa rispetto ai DPER perché proteggono dalle versioni del virus sia di cane che di gatto e dai morsi di procione.Una singola dose di LPRV fornisce immunità fino a cinque anni.Non sono necessarie dosi aggiuntive durante questo periodo di tempo; tuttavia, se il tuo livello di immunità diminuisce, potrebbero essere necessari colpi di richiamo dopo diversi anni.

Entrambi i tipi di vaccini hanno una propria serie di rischi e benefici; è importante soppesare questi fattori quando si decide se vaccinarsi o meno.Alcuni effetti collaterali comuni includono febbre, mal di testa, malessere (una sensazione generale di malattia), mialgia (dolore muscolare), nausea/vomito, eruzione cutanea, mal di gola, formicolio/formicolio a mani/piedi/gambe, vertigini/stordimento/e fatica/.Effetti collaterali rari ma gravi includono encefalite (infiammazione del cervello), convulsioni, emiparesi (paralisi su un lato del corpo), meningite (infiammazione delle membrane che ricoprono il cervello e il midollo spinale), sindrome di Guillain Barré (un raro disturbo neurologico caratterizzato da paralisi), coma, morte.

Un elenco completo dei potenziali effetti collaterali può essere trovato qui: http://www2aafp3aacr1f0ccyj5efnq7bk6wyoi7c4ddd2e8lzcfmekyrczfoamtvnxzevhgw/#sideeffects .

Non vi è alcun costo associato a nessuno dei due tipi di vaccinazione antirabbica pre-esposizione; tuttavia alcuni piani di assicurazione sanitaria possono coprirli a un tasso ridotto o per niente.

Quali sono gli effetti collaterali del vaccino antirabbico pre-esposizione?

Quali sono i vantaggi del vaccino antirabbico pre-esposizione?Che cos'è il vaccino antirabbico post esposizione?Quali sono gli effetti collaterali del vaccino antirabbico post esposizione?Quali sono i vantaggi del vaccino antirabbico post esposizione?

Il vaccino antirabbico pre-esposizione (precedentemente noto come vaccino contro il papillomavirus umano [HPV]) è una serie di tre iniezioni somministrate a persone che non hanno l'immunità alla rabbia.La prima iniezione viene somministrata quando una persona ha un'età compresa tra 12 e 18 mesi, seguita da altre due dosi a distanza di sei mesi.

Gli effetti collaterali del vaccino antirabbico pre-esposizione possono includere febbre, mal di testa, dolori muscolari, stanchezza e dolore al braccio o alla gamba.Tuttavia, questi effetti collaterali sono generalmente lievi e durano circa una settimana.Possono verificarsi effetti collaterali più gravi come convulsioni (convulsioni), gonfiore del cervello e morte.

I vantaggi del vaccino antirabbico pre-esposizione includono la prevenzione dell'infezione da animali rabbiosi (come procioni o pipistrelli), che possono portare a malattie gravi o alla morte; ridurre il rischio che qualcuno sviluppi un Rabidismo in piena regola dopo essere stato morso da un animale infetto; e possibilmente salvare la vita di qualcuno se si ammala dopo essere stato morso da un animale infetto.

Il vaccino contro la rabbia post esposizione (noto anche come Terapia post immunizzazione [PIT]) è una serie di cinque iniezioni somministrate immediatamente dopo che una persona è stata esposta ad animali rabbiosi per evitare che si ammalino di rabbismo.La forma più comune di vaccino contro la rabbia post esposizione è chiamata "Prima dose"Terapia post-immunizzazione che offre ai destinatari tre iniezioni in quattro settimane.Altre forme includono "Seconda dose"Terapia post-immunizzazione che offre ai riceventi un'iniezione in due settimane e "Terza dose"Terapia post-immunizzazione che non offre ai riceventi alcuna vaccinazione, ma fornisce invece una protezione a lungo termine contro l'ammalarsi di rabbidismo attraverso l'immunità naturale acquisita nel tempo.Gli effetti collaterali associati ai vaccini post-esposizione alla rabbia possono variare a seconda del tipo ricevuto, ma possono includere dolore al sito di iniezione, febbre, eruzione cutanea, nausea/vomito/diarrea, malessere (sensazione generale di malessere), affaticamento/debolezza/vista stanca/intorpidimento alle estremità ecc. L'effetto collaterale a lungo termine più comune associato a tutti i tipi di vaccini antirabbici post-esposizione sembra essere un'artrite cronica minore, sebbene ciò rimanga in gran parte non dimostrato scientificamente.. Nel complesso, tuttavia, sembrano esserci pochissimi eventi avversi importanti associati a entrambe le pre-esposizione o la vaccinazione post esposizione, tuttavia, dovrebbe ancora essere presa in considerazione solo dopo che sono state esaurite altre opzioni più sicure, compresi i metodi di evitamento ove possibile come rimanere in casa durante il tramonto e l'alba quando gli animali rabbiosi sono attivi ecc.

Chi dovrebbe ricevere il vaccino antirabbico pre-esposizione?

Quali sono i vantaggi di ricevere il vaccino antirabbico prima dell'esposizione?Quali sono i rischi associati alla mancata somministrazione del vaccino antirabbico prima dell'esposizione?Come posso ottenere un'assicurazione per coprire il vaccino antirabbico pre-esposizione?C'è un costo associato al vaccino antirabbico pre-esposizione?Posso ricevere il vaccino antirabbico pre-esposizione se sono incinta o ho un figlio di età inferiore ai 18 anni?Dove posso trovare maggiori informazioni sui vaccini antirabbici pre-esposizione?

Il vaccino contro la rabbia prima dell'esposizione è raccomandato per le persone ad alto rischio di contrarre l'infezione da animali rabbiosi.L'elenco di coloro che dovrebbero ricevere questa vaccinazione include:

Persone che vivono o frequentano aree in cui è nota l'esistenza di animali rabbiosi

Persone che lavorano con o intorno ad animali selvatici, come veterinari, addestratori di animali e biologi della fauna selvatica

Persone che visitano regolarmente luoghi in cui potrebbe esserci un'opportunità di contatto con animali rabbiosi (come zoo, parchi a tema, zoo di animali da accarezzare)

Personale militare di stanza in paesi in cui gli animali rabbiosi sono comuni.Il vaccino pre-esposizione è disponibile anche in commercio.Non esiste un periodo di tempo specifico in cui dovresti ricevere questa vaccinazione, ma generalmente si consiglia di farlo entro due mesi prima della potenziale esposizione agli animali rabbiosi.La tabella seguente fornisce alcuni fatti chiave sui vaccini pre-esposizione:

Vantaggi di ricevere il vaccino prima dell'esposizione: 1) Previene le malattie 2) Riduce il rischio di malattie gravi 3) Può prevenire la morte per malattia animale rabbiosa 4) Consente alle persone di continuare a lavorare mentre sono malate 5) Offre tranquillità durante i periodi in cui è possibile per l'esposizione Per ulteriori informazioni su questi vantaggi, visitare il nostro sito Web all'indirizzo www.rabievaccineinfo.org/.Rischi associati alla mancata ricezione del vaccino prima dell'esposizione: 1) Potrebbe non essere in grado di evitare del tutto l'infezione 2) Aumento del rischio di contrarre altre malattie che potrebbero richiedere cure mediche 3) Aumento del rischio di morte per qualsiasi causa Se desideri maggiori informazioni sui rischi e i vantaggi associati alla ricezione di vaccinazioni pre-esposizioni, visitare il nostro sito Web all'indirizzo www.rabievaccineinfo.org/.Come si ottiene un'assicurazione per coprire i vaccini pre-esposizioni?: 1) Parlate con il vostro fornitore di assistenza sanitaria 2) Verificate con il vostro dipartimento statale della salute pubblica 3 ) Cercate online Per ulteriori risorse su come ottenere la copertura per i vaccini PreExposures, visitate il nostro sito Web all'indirizzo www2.cdc.gov/vaccines/vpd/prevention/preexps /.C'è un costo associato alla ricezione di una vaccinazione pre-esposizione?: Sì, a seconda del tuo piano assicurativo potrebbe esserci un costo associato alla ricezione di questo tipo di vaccinazione Tuttavia la maggior parte dei piani ora copre questo servizio senza costi vivi Per ulteriori informazioni sui prezzi e sulla copertura, visitare il nostro sito Web all'indirizzo www2.cdc.gov /vaccini/vpd/prevention/preexps/.Posso ricevere la vaccinazione pre-esposizione se sono incinta o ho un figlio di età inferiore ai 18 anni?: In genere è sicuro ricevere la vaccinazione pre-esposizione se sei incinta, tuttavia consulta il tuo medico poiché alcune condizioni possono aumentare la tua suscettibilità alle infezioni. Inoltre, i bambini di età compresa tra 6 mesi e 18 anni possono ricevere la vaccinazione pre-esposizione a condizione che soddisfino tutti gli altri requisiti di idoneità sopra elencati. Per ulteriori informazioni, consultare il nostro sito Web all'indirizzo www2 .cdc .gov /vaccines /vpd /prevention /preexps/.Dove posso trovare maggiori informazioni sui VACCINI PreeXposes?: Il nostro sito Web fornisce informazioni complete sui benefici e sui rischi associati all'assunzione di VACCINI PREESPOSIZIONI Si prega di esplorare il nostro sito per risposte più dettagliate alle domande relative ai VACCINI PREESPOSIZIONI . Risorse aggiuntive: CDC - Quali sono i vantaggi di ottenere un'immunizzazione antirabbica preesposta?, https://www1.cdc.

Quando le persone dovrebbero ricevere il vaccino antirabbico pre-esposizione?

Il vaccino antirabbico pre-esposizione (profilassi pre-esposizione, o PEP) è un vaccino utilizzato per prevenire la rabbia.Viene somministrato prima che qualcuno entri in contatto con il virus della rabbia.Il vaccino agisce impedendo alla persona di contrarre la rabbia. Il vaccino antirabbico pre-esposizione deve essere somministrato a persone che potrebbero entrare in contatto con il virus della rabbia, come ad esempio: • Persone che si recheranno in un'area a rischio presenza di animali rabbiosi• Bambini ad alto rischio di essere morsi da un animale rabbioso, come quelli che vivono in aree in cui si sono verificati casi di animali rabbiosi• Persone che lavorano con o intorno ad animali che potrebbero essere portatori di virus rabbiosi La PEP può anche essere somministrato a persone che sono state esposte al virus Rabid ma non mostrano ancora alcun sintomo di infezione.Ciò include le persone che hanno avuto contatti stretti con qualcuno che ha contratto il virus Rabid e le persone la cui saliva o muco sono entrati in contatto con il virus Rabid. Le persone dovrebbero ricevere PEP se pensano di essere state esposte al virus Rabed.Tuttavia, è importante notare che anche se non vieni vaccinato, non puoi comunque contrarre la malattia rabbiosa a meno che tu non entri in contatto diretto con un animale infetto. Esistono diversi modi per ottenere la PEP: • Puoi ottenerla attraverso l'iniezione ( vaccino). Sono disponibili due tipi di vaccini pre-esposizione: cellule diploidi umane (HDC) e stomatite vescicolare ricombinante (RVS). Entrambi i vaccini proteggono da entrambi i tipi di virus della rabbia.– Una singola dose di entrambi i tipi di vaccino fornirà protezione per un massimo di quattro anni.– Se viaggi all'estero e entrerai in stretto contatto con animali selvatici, il medico potrebbe consigliarti di utilizzarne due dosi: una prima della partenza e una all'arrivo.– Puoi anche ottenere la PEP ricevendo un'iniezione di "richiamo" dopo aver completato la serie di vaccinazioni primarie.– Una vaccinazione di richiamo fornisce una protezione continua per cinque anni dopo aver ricevuto la serie primaria.– Puoi anche ottenere PEP attraverso la terapia di immunizzazione che utilizza tecniche di immunizzazione passiva come iniezioni o infusioni sottocutanee di immunoglobuline G per diverse settimane– L'immunità passiva si verifica quando gli anticorpi generati dopo la vaccinazione si attaccano permanentemente alle cellule del nostro corpo che potrebbero potenzialmente ospitare virus come l'HIV/AIDS in modo che questi i virus non possono replicarsi.— L'immunoterapia offre vantaggi significativi, tra cui una durata più breve di post-esposizione pro filassi rispetto ad altre modalità; tuttavia i livelli di risposta immunitaria raggiunti dopo l'immunoterapia variano da paziente a paziente, rendendo necessario un dosaggio individualizzato".

Vaccino per la profilassi pre-esposizione

Quando le persone dovrebbero ricevere il vaccino per la profilassi pre-esposizione?

Il vaccino per la profilassi pre-esposizione deve essere somministrato prima di qualsiasi potenziale situazione di esposizione in cui esiste la possibilità di contrarre la malattia da virus della rabbia, inclusi ma non limitati a:- Viaggiare al di fuori dei paesi sviluppati - Finché le vaccinazioni sono regolarmente aggiornate!Per ulteriori informazioni si prega di visitare questo sito.

Quanto dura l'immunità dal vaccino antirabbico pre-esposizione?

Il vaccino antirabbico pre-esposizione (PEP) è una serie di iniezioni somministrate a persone che non hanno probabilità di entrare in contatto con il virus che causa la rabbia.Il vaccino agisce proteggendo la persona dalla rabbia se entra in contatto con il virus.

L'immunità da PEP dura circa tre anni, ma può durare fino a cinque anni se viene aggiornata regolarmente.Le persone che hanno avuto PEP dovrebbero ricevere una nuova dose ogni anno, a meno che non abbiano ricevuto una dose precedente che è durata almeno quattro anni.

È necessaria una dose di richiamo del vaccino antirabbico pre-esposizione?

Il vaccino antirabbico pre-esposizione (PRV) è un vaccino che aiuta a proteggere le persone dalla rabbia.Viene somministrato prima che qualcuno entri in contatto con il virus, che potrebbe provenire da un animale selvatico o da una persona infetta.

Una dose di richiamo di PRV non è sempre necessaria.Se hai ricevuto un vaccino PRV in passato, non hai bisogno di una dose di richiamo a meno che non ci sia stato un cambiamento nella tua salute o se stai viaggiando in una zona in cui la rabbia è comune.Se non sei sicuro di aver bisogno o meno di una dose di richiamo, parli con il medico.

PRV può aiutare a prevenire la rabbia se viene somministrato subito dopo l'esposizione al virus.Tuttavia, anche se qualcuno si ammala di PRV e si ammala di febbre rabbiosa (una febbre molto alta causata dalla rabbia), ha ancora solo una probabilità del 5% circa di guarire e di riprendersi completamente.Quindi è importante ottenere un trattamento per tutti i sintomi che si verificano, anche se sembrano casi lievi di influenza.

Cosa succede se qualcuno è esposto alla rabbia e non è stato vaccinato?

Se qualcuno è esposto alla rabbia e non è stato vaccinato, potrebbe aver bisogno di ricevere un vaccino antirabbico pre-esposizione (PREV) il prima possibile per proteggersi dalla malattia.Se la persona è già infetta da rabbia, può essere necessario un trattamento con profilassi post-esposizione (PEP).PREV può prevenire l'infezione se assunto entro tre giorni dall'esposizione, ma non è sempre efficace.Se una persona viene infettata dalla rabbia, la diagnosi e il trattamento precoci sono fondamentali per la sua sopravvivenza.

Dove posso ottenere maggiori informazioni sul vaccino antirabbico pre-esposizione?

Sono disponibili molte informazioni sul vaccino antirabbico pre-esposizione.Puoi trovare informazioni su Internet, nei libri o da professionisti della salute.Alcuni posti dove cercare maggiori informazioni includono:

-Il sito web dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) contiene molte informazioni sui vaccini, incluso il vaccino antirabbico pre-esposizione.Il sito Web include una scheda informativa sul vaccino, nonché collegamenti ad altri siti Web con informazioni più dettagliate.

-Il sito web dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha una sezione sulle informazioni sui vaccini contro la rabbia per gli operatori sanitari.Questa sezione include schede informative sui diversi tipi di vaccini antirabbici e su come funzionano, nonché collegamenti ad altri siti Web con informazioni più dettagliate.

-Il sito web dell'American Academy of Pediatrics (AAP) ha un articolo intitolato "Rabies Vaccine: What You Need to Know".Questo articolo fornisce informazioni generali sul vaccino antirabbico pre-esposizione e discute alcune domande che i genitori potrebbero avere.

-Puoi anche trovare libri che discutono del vaccino antirabbico pre-esposizione presso la tua biblioteca o libreria locale.Alcuni esempi includono "Preventing Rabid Animals" di Gerald Fischman e David Jernigan, "Vaccines: A Comprehensive Guide" di Barbara Loe Fisher et al. e "Rabies: A Survival Manual" di Drs.Christopher Wohlgenant e Joseph Zabramski.