Che cos'è il cashback con carta di credito?

tempo di emissione: 2022-09-21

I premi cash back sono una forma di compensazione che le società di carte di credito offrono ai propri clienti sotto forma di cash back.Questo tipo di compenso è tassabile, come qualsiasi altra forma di reddito.Per qualificarti per i premi cashback, devi soddisfare determinati requisiti, tra cui avere un acquisto idoneo e spendere un importo minimo sulla tua carta ogni mese.

I premi cash back possono essere convertiti in contanti o utilizzati per ridurre la bolletta mensile.L'IRS considera tutte le forme di ricompense in denaro come reddito imponibile, indipendentemente da come vengono utilizzate.Ad esempio, se riscatti i tuoi premi cashback per buoni regalo o merce, l'IRS considererà quella transazione come una vendita e ti sottoporrà a tasse sul valore delle carte regalo e/o merce che ricevi.

Se utilizzi la tua carta di credito per le spese quotidiane come generi alimentari o gas, l'IRS tratterà tali transazioni come acquisti regolari e non come acquisti qualificanti per guadagnare premi cashback.Pertanto, non guadagnerai alcun premio su tali transazioni.

La buona notizia è che la maggior parte delle società di carte di credito fornisce suggerimenti fiscali specifici per i propri programmi di ricompensa in modo che gli utenti sappiano cosa conta come un acquisto idoneo e come riportare i propri guadagni di conseguenza.Se hai domande sul fatto che il rimborso della tua carta di credito sia tassabile o meno, parla con un contabile o uno specialista fiscale che può aiutarti a guidarti attraverso il processo.

Come viene calcolato il cashback su una carta di credito?

Il cash back è una forma di ricompensa offerta dalle società di carte di credito.Viene calcolato come percentuale del prezzo di acquisto e di solito è riscattabile in contanti o punti che possono essere utilizzati per acquistare beni e servizi.

L'IRS considera il cash back come reddito imponibile, proprio come qualsiasi altra forma di ricompensa.Ciò significa che dovrai riportare tutti i tuoi guadagni di cashback sulla tua dichiarazione dei redditi ogni anno.

Ci sono alcune eccezioni a questa regola.In primo luogo, se utilizzi la tua carta di credito per scopi commerciali (ad esempio, se sei un dipendente idoneo per i vantaggi sponsorizzati dall'azienda), la società emittente della carta di credito può considerare il cashback come reddito imponibile anziché come ricompensa.In secondo luogo, alcuni stati consentono ai residenti di escludere determinati tipi di premi dal loro reddito imponibile.

Il cash back con carta di credito è considerato reddito?

Quando si ricevono premi cashback da una carta di credito, si può essere tentati di pensare ai premi come denaro gratuito.Tuttavia, l'IRS considera questi premi come reddito.Ciò significa che dovrai pagare le tasse sul valore dei premi (oltre a tutte le altre tasse eventualmente applicabili). Tienilo a mente se stai cercando di capire se il rimborso con carta di credito è tassabile o meno.

Pertanto, il cashback della carta di credito è tassabile?

Quando utilizzi la tua carta di credito per effettuare un acquisto, il commerciante potrebbe restituirti dei contanti.Questo rimborso è spesso chiamato "premi della carta di credito".

Se la società emittente della carta di credito ti paga in contanti, è considerato reddito imponibile.Ciò significa che l'IRS prenderà una percentuale dei tuoi guadagni totali come tasse.

Quindi, se guadagni $ 1.000 in premi usando la tua carta di credito, l'IRS prenderà $ 40 dalla tua tasca come tasse.

Chi paga le tasse sulla carta di credito cashback: l'emittente o il consumatore?

Non esiste una risposta universale a questa domanda in quanto dipende dalla giurisdizione in cui risiedi.In generale, tuttavia, i premi cash back con carta di credito sono considerati reddito imponibile dall'emittente e sono generalmente pagati come sconto al consumatore.Ciò significa che se sei un contribuente individuale, probabilmente dovrai pagare le tasse sui guadagni dei premi.Se stai presentando una dichiarazione congiunta con il tuo coniuge, l'eventuale rimborso della carta di credito guadagnato verrà diviso equamente tra te e il tuo coniuge in base al reddito che ciascuno di voi guadagna durante l'anno.Per le società, i premi cashback con carta di credito possono essere considerati reddito d'impresa imponibile e saranno riportati sul modulo 1099-MISC.In entrambi i casi, se hai domande sul fatto che il rimborso con carta di credito sia tassabile o meno nel luogo in cui vivi, parla con un consulente fiscale.

Come posso evitare di pagare le tasse sui premi cashback della mia carta di credito?

Non esiste una risposta definitiva a questa domanda, poiché il trattamento fiscale dei premi cashback delle carte di credito può variare a seconda della situazione specifica dell'individuo.Tuttavia, alcuni suggerimenti che possono aiutare a evitare di pagare le tasse sui premi cashback della carta di credito includono l'utilizzo dei premi in una transazione imponibile (come spenderli in un negozio), la richiesta dei premi come reddito nella dichiarazione dei redditi o l'investimento dei fondi in un conto imponibile.

Ci sono eccezioni alla regola che il cashback con carta di credito è tassabile?

Generalmente, il cashback con carta di credito è tassabile.Tuttavia, ci sono alcune eccezioni a questa regola.Ad esempio, se utilizzi il cashback per acquistare articoli considerati generi alimentari ai fini fiscali, il cashback potrebbe essere esente da tassazione.Inoltre, alcuni stati consentono ai residenti di escludere determinati tipi di reddito dalle tasse statali e federali.Se risiedi in uno di questi stati e ricevi un rimborso con carta di credito, potrebbe essere esente da tassazione.Consultare un professionista fiscale per determinare se il rimborso della carta di credito è soggetto a tassazione e se si applicano eccezioni.

Cosa succede se non pago le tasse sui premi cashback della mia carta di credito?

Se non paghi le tasse sui premi cashback della tua carta di credito, l'IRS considererà i premi come entrate.Ciò significa che dovrai pagare le tasse su quel reddito, proprio come qualsiasi altra forma di reddito.L'importo dell'imposta che dovrai pagare dipende dalla tua fascia fiscale e dal fatto che specifichi o meno le detrazioni.

Posso finire nei guai per non aver pagato le tasse sui guadagni di cashback della mia carta di credito?

Non c'è una risposta a questa domanda in quanto dipende dalla tua situazione specifica.In generale, se ricevi cashback da una carta di credito che non hai guadagnato tu stesso, il cashback può essere considerato reddito imponibile.Se rientri in una fascia fiscale sufficientemente alta, ciò potrebbe comportare la fatturazione di una tassa significativa.Inoltre, se non paghi le tasse sui guadagni in contanti, potresti avere problemi con l'IRS.È importante consultare un commercialista o uno specialista fiscale per ottenere una comprensione accurata della propria situazione specifica.

Tutti i tipi di carte offrono premi cashback?

Sì, tutti i tipi di carte offrono premi cashback.Tuttavia, i premi variano a seconda dell'emittente della carta.Alcuni emittenti offrono tassi di premio più elevati per gli acquisti di rimborso effettuati con le loro carte di credito rispetto ad altri tipi di acquisti.Inoltre, alcuni emittenti offrono punti bonus per la registrazione della carta di credito e per gli acquisti idonei entro un determinato periodo di tempo.Ciò può comportare ricompense ancora più preziose se utilizzato per acquistare articoli con valori di riscatto elevati, come viaggi o dispositivi elettronici.In definitiva, è importante rivedere i termini e le condizioni di ciascuna carta prima di effettuare un acquisto per determinare se eventuali premi cashback sono tassabili.

Quale tipo di carte offre il miglior tasso percentuale di cashback?

Quando si tratta di carte cash back, ci sono alcuni tipi diversi che offrono le migliori tariffe percentuali.Alcune carte ti danno un rimborso sui tuoi acquisti, mentre altre ti danno punti che possono essere riscattati per premi come voli gratuiti o merce.

La carta migliore per te dipenderà dalle tue abitudini di spesa e dal tipo di premi che stai cercando.Tuttavia, alcune delle carte cash back più popolari includono Chase Freedom Unlimited e Discover It Miles & Cashback.Queste carte offrono ottime percentuali su tutti i tuoi acquisti, quindi vale la pena considerare se stai cercando di massimizzare i tuoi guadagni.

.Ho bisogno di avere goodcredit per ottenere un rimborso in contanti?

Molte persone pensano che i premi cash back con carta di credito siano solo per le persone con un buon credito, ma non è sempre così.In effetti, molte società di carte di credito offrono premi di rimborso a chiunque soddisfi i loro requisiti di spesa minima.Tuttavia, se stai cercando di massimizzare i tuoi vantaggi da una carta premio cash back, è importante avere un buon credito.Questo perché la maggior parte delle carte richiede un buon punteggio di credito per qualificarsi per i bonus di iscrizione e altri vantaggi.Quindi, se sei interessato a ottenere una carta premio con rimborso in denaro, assicurati di avere una solida storia di comportamento finanziario responsabile.Altrimenti, potresti essere limitato a quali premi puoi guadagnare e quanti soldi puoi risparmiare ogni mese.

.Quali sono altri modi per ottenere sconti in contanti oltre all'utilizzo di una carta di credito?

Ci sono molti modi per ottenere sconti in contanti oltre all'utilizzo di una carta di credito.Alcuni altri modi includono l'utilizzo di carte di rimborso, lo shopping in negozi specifici e la registrazione per offerte bonus.È importante tenere presente che alcuni di questi metodi potrebbero non essere tassabili, quindi vale sempre la pena consultare il proprio consulente fiscale.